crescere su instagram - sbam.io

Crescere su Instagram (senza trucchi)


12 May 2020

Come crescere su Instagram? Questa è la domanda che attanaglia millennials e non, tanto da aver addirittura superato le fatidiche domande: “cosa farò da grande?”, “perché visualizza e non risponde?”, “quando torneremo alla normalità?”. 

Non sono una fan delle guide definitive, perciò in questo articolo mi limiterò a darti delle linee guida da seguire per crescere su Instagram. 

Indice

Perché vuoi crescere su Instagram?

La prima domanda da porti non è come crescere su Instagram ma perché farlo. 

Potresti voler trovare nuovi  follower per una serie di motivi: 

  • aumentare la brand awareness; 
  • incrementare le vendite (per i più venali, fatturare);
  • portare persone sul tuo sito web; 
  • alimentare il tuo ego e le tue manie di protagonismo, ma questo è un punto che lascerò affrontare alla tua terapista. 

Focalizzati sugli obiettivi generali di business e agisci di conseguenza. Anche perché, se da un lato un numero cospicuo di follower può aumentare la nostra visibilità, d’altra parte questo non sempre si traduce in azioni concrete da parte del pubblico.

 

Una volta che ti sarai posto la domanda, e dato la risposta, potrai iniziare con la tua strategia. 

 

Crescere su Instagram in modo organico

Il prossimo step è quello di individuare le persone a cui ti vuoi rivolgere.
Questo ti permetterà di creare contenuti che si rivolgono a uno specifico target e a costruire un legame con il tuo pubblico. 

Puoi iniziare da queste semplici domande:

  • qual è la loro età;
  • dove sono localizzati;
  • che lavoro fanno;
  • quando e come utilizzano Instagram;
  • quali sono i loro punti deboli e le sfide che affrontano.

 

 

Ora che hai un’idea di quali persone vuoi raggiungere, preoccupati di come ti presenti. 

 

L’abito fa il monaco 

Così come nella vita offline, anche online conta come ci presentiamo. Ti faccio un esempio banale: se dovessi decidere di recensire libri e promuovere la tua attività su Instagram, come ti presenteresti?

La tua bio, il nome utente scelto, il tuo feed, sono molto importanti nel far capire di che cosa ti occupi: 

  1. racconta la tua storia;
  2. esplicita quali sono la tua missione e visione;
  3. sii chiaro e cura la parte estetica.

crescere su instagram - username

Fonte: Pagina Instagram @oneminutebookreview

Consigli per crescere su Instagram senza trucchi 

Quindi che cosa devi fare nel concreto?
Ecco alcuni consigli che puoi mettere subito in pratica.



1. Fatti trovare

Qual è la prima cosa che fanno gli utenti quando cercano un profilo Instagram? Digitano l’username.

Per questo è importante avere un username facile da digitare e da ricordare. Un buon username dovrebbe far capire immediatamente chi sei e che cosa ti occupi. 

 

Ecco cosa succede nel momento in cui cerco il termine vineria su Instagram:

 

I primi a posizionarsi saranno tutti quei profili che hanno incluso nell’username il termine “vineria”. 

 

Inserisci il termine chiave nel tuo username o nel nome: nel momento in cui si cerca quel termine, il tuo profilo potrebbe posizionarsi tra i risultati della ricerca. 

 

2. Cura la tua bio

Hai individuato il tuo target e scritto un username chiaro e semplice. Ora i visitatori sono sulla tua pagina Instagram.

Qual è il loro prossimo passo? La prima cosa che faranno è leggere la tua bio. 

La descrizione riassume brevemente chi sei e cosa fai: è il tuo modo per presentarti all’altro e dargli un motivo per seguirti.

Cerca, quindi, di essere il più esplicito possibile, spiega chiaramente di cosa ti occupi e non perderti in fronzoli.

crescere su Instagram - bio

Fonte: Pagina Instagram @oneminutebookreview

 

3. Cura il tuo feed

Come dico sempre, l’occhio vuole la sua parte. Contenuti di qualità e una certa coerenza grafica, possono, oltre ad orientare i tuoi visitatori, trasmettere messaggi sulla tua attività.

Anzitutto, puoi partire dalla costruzione di una moodboard, cioè un collage di eventuali contenuti che vorrai pubblicare. Questo ti aiuta a valutare l’eventuale coerenza grafica del tuo feed. Puoi concentrati sui colori e filtri come filo conduttore, oppure, a seconda dei tuoi obiettivi di comunicazione, su alcuni elementi specifici.

Ecco alcuni esempi per chiarire.

Nel primo feed, l’elemento ricorrente è la presenza dei fiori. Si tratta del profilo Instagram di un fioraio, per cui la scelta della composizione del feed risulta coerente con l’attività svolta.

moodboard instagram

Fonte: IG @ilfioraiomax

Nel secondo caso si tratta della pagina di una content creator. La scelta è quella di avere un feed composto da tre elementi che si ripetono: le foto laterali rappresentano dei dettagli o elementi, mentre la foto centrale è dedicata a ritratti fotografici.

Fonte: IG @aurora.sbam

Nell’ultimo caso, il fil rouge è il tema cromatico in bianco e nero.

Fonte: IG @peppeplaza

Crea, quindi, uno stile visuale che ti rappresenti e ti renda immediatamente riconoscibile.

 

4. Pubblica con regolarità

Inutile dire che se sei inattivo, difficilmente potrai crescere su Instagram. Pubblica con una certa regolarità, prova a costruire un calendario editoriale e cerca di rispettarlo nei limiti del possibile. Questo ti permette di creare una routine con chi ti segue ma anche ad essere apprezzato da eventuali visitatori. Se dovessi arrivare sul tuo profilo e vedere che il tuo ultimo contenuto è stato pubblicato mesi fa, perché dovrei seguirti?

 

5. Stimola la condivisione

Sharing is caring! Crea contenuti che stimolino i tuoi follower alla condivisione. Puoi chiedere loro di ricondivere i tuoi post nelle storie, in modo da aumentare la possibilità di essere notato da altri utenti.

Ricorda, però, quello che offri deve essere interessante, anche se si trattasse di puro intrattenimento.

 

6. Interagisci

Interagisci con la tua nicchia e fatti notare da altri utenti lasciando commenti significativi. Ciò non significa commentare a chiunque, ma solo a chi realmente ti interessa.

Inoltre, puoi sempre imparare da chi, come te, ogni giorno si reinventa per raggiungere i propri traguardi.

 

7. Collabora

Quest’ultimo punto si ricollega all’interazione. Insomma, chiedi e ti sarà dato.

Hai notato un profilo con cui potrebbe essere interessante collaborare? Scrivi e cerca di instaurare un rapporto.

In fondo, siamo animali social(i).

 

Concludendo

Come dicevo all’inizio, non esistono trucchi e scorciatoie. Il lavoro della semina richiede preparazione, precisione, pazienza e cura. E i frutti arrivano.

 

Written by


Condividi


Amiamo ricevere i tuoi commenti a comunicazione@sbam.io

Articoli recenti